Pensare stanca


Anche di sabato, la sveglia (maledetta…).
Questa volta trilla per arrivare a Ferrara al Festival di Internazionale.
Stranamente puntuali arriviamo da Teresa.
Geniale idea per giovani menti (6-12) che ri-leggono e disegnano le principali notizie che avvengono nel mondo.
Un mondo in bianco e nero, appeso in bella vista, a testa in giù.
Incredibile e commovente il risultato: un giornale dal titolo “Antiscoop”.
L’importante è capire che si può avere un punto di vista diverso. 
Entusiasmo. (Ora sfogliamo, vantandoci anche un po’, i nostri fogli in bianco e nero).
Mentre le giovani menti usano i neuroni, le dita e le forbici, le vecchie menti, affrancate e leggere, si fiondano all’anteprima italiana di War don don. Ne escono arrabbiati, perplessi, con punti di vista diversi, con una visione contradditoria del diritto internazionale. E con lo stomaco rovesciato per la crudezza delle atrocità umane.
Stampare le magliette portate da casa alleggerisce i pensieri.

Passeggiando qui e là, ignari, abbiamo trovato la prima rassegna di arte invadente.
Affascinante perché è impossibile non essere coinvolti se sei nella fascia d’età da 0 a 100 anni.

Perché c’è un ippopotamo? E un coccodrillo?
La rappresentazione ha perfettamente centrato il bersaglio.
Le giovani menti sono affascinate della grandezza delle opere, dalla veridicità della rappresentazione e dal messaggio dato.
Dialogo reale tra tre: due bimbi (Zoe e I.) e una mamma.
Z: Cosa vuol dire sette-due-tre? (nei corpi ci sono led luminosi, rossi, che riportano il numero di esemplari di quella specie rimasta, ndr.)
M: Che poi si estinguono.
I: Come nell’era glaciale.
Lapalissiano, penso io.
Come da sempre l’aria che si respira qui, in queste giornate, è frizzante e piena di spunti, oscillanti tra il serio e il faceto.
Il passeggino della piccola S., che vagava a caso per trovare il sonno, ha stanato una trattoria piccola piccola, deserta e giusta per noi che ci ha regalato un pranzo delizioso.
Le magie delle stradine laterali di Ferarra.
Pensare davvero stanca.
Che bello, però.
Le piccole orecchie stanno imparando ad ascoltare.

Annunci

2 pensieri su “Pensare stanca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...