Bagno di sole e sale


L’ho cercato per un inverno intero.
L’ho aspettato battendo il piede sotto il tavolo mentre l’occhio sinistro inceneriva il calendario che segnava un mese troppo lontano dal solstizio di primavera.

Ho tentato di ingannare il Tempo, innervosendo i vari abitanti della Tana, mettendo la pagina di marzo a novembre, a dicembre a gennaio…

In questa guerra di nervi, al primo raggio di sole mi hanno dato il via.

E si sono aggregati balzellon balzelloni. Fingendo di assecondare una pazza alla ricerca di sole.

Felici di caricarsi asciugamani, panini e aquiloni.

Ho percorso una stradina sterrata, bianca, costeggiata da un mare giallo e da alcuni sbuffi verdi.

Ho camminato su un argine di un fiume ricoperto di pratoline con il sole che batteva sul collo nudo e ancora chiaro. E già pizzicava.

E poi il fiume ha incontrato il mare.

E tutti ci siamo fermati ad osservare facendo fessure gli occhi non avvezzi a tutto questo spazio di luce.

 

E io ho incontrato il mare per la prima nuotata del 2011.

Annunci

4 pensieri su “Bagno di sole e sale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...