Era peggio il frigo


20110922-102319.jpg

Ne ho parlato con qualcuno in questi giorni. Mi ha aiutato ad affrontare questo momento difficile.
Ho riflettuto. Ho pensato che infondo non c’è nulla di male.
Tra questi muri si respira un buon odore di pagine di libri.

Nel frigo ci sono diverse colture fungine su diversi tipi di frutta di stagione (e non è colpa mia ma del mercato clandestino che mi rifornisce di buonissima frutta e verdura superbio)
Negli armadi i vestiti non sono ordinati né per stagione né per colore o tessuto o nessun altro criterio. Sono messi a caso in base all’utilizzo necessario. Per esempio il sacco a pelo e il costume sono ancora lì in alto ben visibili e ci sarà bisogno di diversi numeri di maglioni per dimenticare l’estate e di conseguenza seppellire i resti.
(e non è colpa mia ma del tempo che è tiranno e ladro di momenti preziosi. Ah, fosse per me!)
Sul balcone le piante esplodono felicemente disordinate, libere di conquistare lo spazio penzolando dall’alto o arrampicandosi dal basso, invadendo i vasi vicini o lasciandosi invadere dalle piante della vicina (quella che lascia fiocchi nel prato).

Quindi non mi devo stupire se l’unico ordine che c’è è nei libri.
Qui tra questi muri della tana.

E nemmeno se gioco alla bibliotecaria.
E nemmeno se gioco alla bibliotecaria con anobii.

E nemmeno se mia figlia ha scansionato tutti i codici ISBN dei suoi libri della sua libreria con il suo nuovo account di anobii.
E nemmeno se l’ordine sui ripiani è per autore.
E nemmeno se ha chiesto alla nonna (di passaggio nella tana bolognese) di stare attenta a non rimettere i libri nella libreria, una volta consultati, ma di lasciarli sul tavolo. Per favore, c’è un ordine ben preciso: guarda qui. (facendo vedere la sua home nuova fiammante. Ovviamente la nonna: cosa è sto anòbi??)

Sarebbe stato molto peggio se si fosse messa a pulire il frigo.

8 pensieri su “Era peggio il frigo

    1. sai che anche le matite colorate hanno un loro ordine? Poi basta. Nulla più è in fila.
      Ti saresti divertita un sacco a giocare con noi!

  1. @romì ah la tassonomia che giace sopita nei nostri cuori.
    Menomalecheèsopita.
    Mi manca solo la bibliografia se devo essere sincera.
    ecco potrei dire, ah, la bibliografia, e fare un gesto patetico toccandomi la fronte con il dorso della mano (sinistra).

    @pensa che disastro mettere la Cipolla tra Banana e Dattero o il Gorgonzola tra Fragola e Invidia. Mi manca la H in frigo. Devo andare a far la spesa…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...