Tu magrita


ore 8:13.

Apro la porta dell’ascensore che mi conduce al corridoio del mio ufficio.

Incontro la mia amica che pulisce il piano. Abbiamo gli stessi orari, gli stessi problemi coi figli, le stesse idee in cucina, la stessa età.

Nemmeno mi saluta (come sempre come ogni tre mattine a settimana da circa un anno e mezzo) dice

Tu malata?

È preoccupata si capisce perchè lascia il supermocio gocciolare libero sul pavimento senza alcun ritegno.

No, E. non sono malata. Perchè?

Tu magrita. Tu malata?

No, E. Forse non so. Sì non son in forma, ma poi passa.

Tento una blanda scusa.

Tu pensieri?

Ma boh, forse, non so.

Alza i suoi occhi scuri e profondi al cielo soffitto, solleva la testa all’indietro e fa scoccare la lingua sul palato. Scuote la testa con una forza delicata ed energica. Nel bianco dei suoi occhi scuri si intravede un guizzo di certezza raggiunta.

Tu pensieri, tu magrita.

Tu no pensieri che tu bella.

Conservo questo motto per oggi.

 

Ps: nemmeno una fotina-ina-ina riesco a postare…pensa te come sono dimagrita.

4 pensieri su “Tu magrita

  1. pensa un pò che io già lo sono (una donna Botero!) e a me le persone chiedono ‘tu preso chili?’ e sorridono beffardi.
    Li odio, anche perchè sono ingrassati tutti oppure sono dimagritissimi quelli che riescono a fare le diete salutari e poi scompaiono perchè ossessivi.
    Uff…. uno se li può anche fare i fatti suoi però eh?
    Anna

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...